domenica 11 agosto 2013

Sogno di una notte di mezza estate

Questi sono i momenti che mi piacerebbe condividere con qualcuno... una giornata al mare, quattro chiacchiere con gli amici, due pettegolezzi, una cenetta simpatica a base di piadine e birra e una sigaretta sul balcone, estasiati da una vista mozzafiato nonostante ti trovi solo in una zona come le altre della tua città... il cagnetto, compagno di una vita a guardarti in attesa solo di una carezza e di una passeggiata... un cielo che cambia colore ogni pochi secondi preparandosi ad una notte di mezza estate. Non servirebbe altro che un bacio ed un abbraccio per rendere questa serata perfetta, poche cose semplici, ma importanti come l'acqua. Qualcuno con cui condividere questi momenti non c'è e quindi te li godi da sola, che va benissimo lo stesso, ma la tua anima non può rifiutarsi di tingersi di una sfumatura di malinconia e la tua mente non può non correre a ricordi lontani... a quando tutto sembrava essere semplice e promettente. Sto iniziando a pensare che l'amore romantico, quello fatto di bellezza e dolcezza, desiderio e passione, non sia un regalo che viene fatto a tutti, che forse non tutti lo meritano. Hanno provato a convincermi del contrario, vorrei credere a chi mi dice che sbaglio, che non bisogna perdere la speranza e che lo merito anche io, ma non riesco a farlo al 100%...d'altra parte perchè dovrebbe essere una cosa così speciale se possono averla tutti?

 "Se noi ombre vi abbiamo offeso, per poterci dare il perdono: fate conto di aver dormito, mentre queste visioni apparivano e che a mostrarvi paesaggi immaginari sia stato un sogno. Signori, non ci rimproverate. Se ci perdonate... rimedieremo! Ascoltate l'onesto Puck: se avremo la grande sorte di sfuggire ai vostri insulti, potremo rimediare, signori. Che Puck non è un mentitore. Quindi: buonanotte a tutti voi! Datemi la mano e siamo amici! e Puck i danni vi rifonderà"

https://www.youtube.com/watch?v=w40e9zFc_wA

venerdì 9 agosto 2013

Bolla

Tutte cazzate,quelle in cui credevo... è evidente... ma ora mettiamo un punto e andiamo avanti. Io sono sempre qui per chiarire ogni cosa, per recuperare le situazioni, per portarne avanti altre, ma non corro più dietro a nessuno. Sono qui, disponibile a tutto, ma dovete essere voi a cercare me, perchè io tutto quello che potevo fare l'ho fatto. Ho fatto anche troppo, è chiaro questo... ho viziato, ma ora quell'epoca è finita: dal momento che questo non è stato apprezzato, si cambia registro. Ne va della mia salute mentale e del mio livello di stress. Però sono irrequieta, scoglionata e stufa.... ho bisogno di novità, di non far sempre le stesse cose, di riuscire finalmente a godermi l'estate... cazzo, ho 30 anni e devo viverli. Ma oggi è come se mi sentissi chiusa in una bolla... no, non di sapone, piuttosto di plexiglas... una bolla dal cui interno vedo gli altri vivere e divertirsi e da cui io non riesco ad uscire perchè non scoppia...